Cardiofrequenzimetro: cos’è?

Col cardiofrequenzimetro si lavora guardando il carico interno che l’atleta sta sostenendo (la potenza invece ci da le informazioni circa l’effettivo lavoro svolto) e per fare ciò si deve eseguire un test indoor (svolto su ciclomulino) per poter identificare la frequenza cardiaca di soglia anaerobica  e poi, in base a questa, i restanti ritmi di allenamento.

Cardio

Quella con la frequenza cardiaca è una preparazione meno scientifica e meno precisa rispetto a quella svolta col misuratore di potenza, ma che per prove lunghe, quali le granfondo, è ancora utilizzabile. Questo tipo di preparazione viene fatto utilizzando zone di allenamento, in genere 5, che hanno range di 5-7 battiti ed ogni zona corrisponde ad una determinata capacità.

L’utilizzo del cardiofrequenzimetro è indicato per atleta che si avvicinano a questo sport e per iniziare a conoscere il proprio corpo.

Viene richiesta l’esecuzione di test indoor, fatti su rulli, ogni 2-3 mesi per poter valutare i miglioramenti ed aggiornare le zone di allenamento.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close